Migrazioni: sarà il caos? Tante domande e qualche risposta
  • 16
  • 11

Un uomo eritreo e una famiglia siriana in una duplice ricerca di libertà in mezzo alla crisi dei rifugiati nel Mediterraneo orientale. La tensione sale mentre combattono contro mari agitati, condizioni difficili e burocrazia in piedi sulla loro strada. Faranno una nuova vita in Europa?
Ecco cosa c’è nel documentario ‘It Will Be Chaos – Sarà il caos’ di Lorena Luciano e Filippo Piscopo, due registi (e coniugi) italiani, che da vent’anni vivono negli Stati Uniti e portano avanti, con successo, la professione di documentaristi, specializzati in tematiche sociali.
Il film, prodotto da HBO e premiato al Festival di Taormina, indaga un fenomeno complesso come quello della crisi migratoria che, tra il 2011 e il 2018, ha già visto inabissarsi nel Mediterraneo le vite e le speranze di oltre diciottomila persone.
Al centro del mosaico di racconti, viaggi e testimonianze sono le due storie di Aregai, eritreo sopravvissuto al naufragio, e Wael, siriano che nel 2015 viaggia con la famiglia lungo la rotta balcanica. Intorno a queste vicende, lo scenario di un’Italia e un’Europa che non sanno reagire alla crisi migratoria, tra solidarietà, gestioni emergenziali e derive politiche.
All’evento speciale MyArt sarà presente Lorena Luciano, che è anche presidente della giuria della sezione cortometraggi del Festival delle “narrazioni alternative” di Cosenza.
PROIEZIONE

18 novembre / 19:30 / Cinema San Nicola / Ingresso gratuito

More News
  • 22 Nov 2018
  • 0
Torna il festival del cinema indipendente di Cosenza con due giornate di proiezioni di film fuori concorso Alle Officine Babilonia, il 23 e il 24...
  • 26 Apr 2017
  • 0
Il sindaco di Cosenza esprime soddisfazione per i tre giorni di cinema internazionale proposto dal MYArt   «Accogliamo con soddisfazione a Cosenza il MYArt Film...
  • 11 Set 2018
  • 0
Nel tempo delle post-verità, delle fake news e delle strumentalizzazioni politica della realtà, in cui le schizofreniche oscillazioni tra vero e falso sembrano occupare tutti...