Daniele Ciprì, Andrea Segre, Ilir Butka, Alessandro Di Gregorio, Anna Ramskogler-Witt, e Corrado Giustiniani. Ecco la giuria internazionale che assegnerà i premi: il “Premio Sprar”, al miglior documentario; e il “Premio Migranes” al miglior cortometraggio  in concorso per la terza edizione del MyART 2019, il festival del cinema indipendente che si svolgerà dal 5 al 9 novembre a Cosenza.

Daniele Ciprì si è fatto conoscere alla fine degli anni ’80 per i suoi lavori alla regia in coppia con Franco Maresco, nella serie di sketch di Cinico Tv. Nel 2013 ha vinto il Nastro d’argento e il Globo d’oro per la regia del film “È stato il figlio”. Nel 2019 si è aggiudicato il Nastro d’argento per la miglior fotografia con “La paranza dei bambini” e per “Il primo re”. Ciprì è anche docente di regia presso l’Accademia di Cinema e Televisione Griffith di Roma.

Docente di Sociologia della Comunicazione all’Università di Bologna, Andrea Segre è ormai uno dei più apprezzati registi e documentaristi attenti ai temi dell’immigrazione e del territorio. Sin dal suo esordio, i suoi lavori hanno riguardato soprattutto le migrazioni e le minoranze.

Ilir Butka è un regista e produttore cinematografico albanese di grande fama.  È stato uno dei fondatori ed ex direttore del Tirana International Film Festival, il primo festival cinematografico internazionale d’Albania, e negli ultimi cinque anni ha presieduto il Centro nazionale albanese di cinematografia. È presidente della Albania Film Commission e anche il co-fondatore del Balkan Film Market.

Alessandro Di Gregorio è un regista e documentarista italiano. Con il cortometraggio “Frontiera” ha vinto il premio David di Donatello 2019. Privo di dialoghi, il film lascia alla ricchezza dei suoni e del fischio del vento la tensione e la responsabilità di raccontare il dramma dei migranti.

Anna Ramskogler-Witt è la direttrice artistica del Human Right Film Festival di Berlino, il festival dedicato ai documentari e cortometraggi sul tema dei diritti umani con il quale il MyART ha stretto un rapporto di collaborazione internazionale.  Anna Ramskogler-Witt lavora nel campo della cultura e dei diritti umani dal 2008 e fa parte dell’European Center for Constitutional and Human Rights.

Corrado Giustiniani è un giornalista del gruppo Espresso che per più di 25 anni inviato speciale del Messaggero. È titolare, sull’Espresso.it, de “I nuovi italiani”, storico blog sull’immigrazione nato nel 2007 sul Messaggero. Ha curato la voce “Nuovi italiani” del Dizionario Geopolitico Treccani. È presidente del Trevignano FilmFest.

More News
  • 1 Mag 2017
  • 0
“The black sheep” di Antonio Martino premiato come miglior documentario alla prima edizione del MYArt Film Festival, che si è chiuso stasera al cinema San...
  • 22 Nov 2018
  • 0
Torna il festival del cinema indipendente di Cosenza con due giornate di proiezioni di film fuori concorso Alle Officine Babilonia, il 23 e il 24...
  • 26 Apr 2017
  • 0
Approfondimento a una delle figure italiane e internazionali più importanti del Novecento, attraverso il docufilm di Emiliano Barbucci.