Aperte le iscrizioni al MyArt 2020
  • 09
  • 06

I lavori possono esseri presentati entro il 31 agosto 2020

Sono ufficialmente aperte le iscrizioni alla quarta edizione del MyArt International Film Festival, il festival di cinema indipendente che si svolgerà a Cosenza dal 9 al 12 dicembre 2020.

Il Festival, organizzato dal 2017 dall’Associazione Culturale Multietnica “La Kasbah” Onlus di Cosenza, promuove la tutela dei diritti umani attraverso il cinema.

Il MyArt si propone di sostenere e diffondere opere cinematografiche in grado di superare la semplice testimonianza per diventare un cinema attivo, impegnato, attento al futuro delle nuove generazioni: un laboratorio che coinvolga i registi, i produttori e soprattutto gli spettatori rendendoli parte attiva nella costruzione di un nuovo concetto di cittadinanza globale capace di coniugare la tutela dei diritti umani con il rispetto delle diversità.

Anche per questa prossima edizione il MyArt International Film Festival sarà suddiviso in tre sezioni:

Concorso documentari

Film documentari (durata minima 60 min.) su tematiche relative alla tutela dei diritti umani, con particolare attenzione ai fenomeni migratori e al rispetto delle differenze (religione, genere, orientamento sessuale, etnia, etc).

Il vincitore della sessione documentari si aggiudicherà il Premio Sprar/Siproimi dedicato a Sarah Maldoror (€ 3.000 in denaro).

Concorso cortometraggi

Cortometraggi di fiction (durata massima 30 min.) su tematiche relative alla tutela dei diritti umani, con particolare attenzione ai fenomeni migratori e al rispetto delle differenze (religione, genere, orientamento sessuale, etnia, etc).

Il vincitore della sessione cortometraggi si aggiudicherà il Premio Fondazione Migrantes dedicato a Shady Habash (€ 1.500 euro in denaro).

Fuori Concorso

Anteprime e/o opere recenti di registi affermati, film acclamati dalla critica o premiati nei maggiori festival internazionali su tematiche relative alla tutela dei diritti umani, con particolare attenzione ai fenomeni migratori e al rispetto delle differenze (religione, genere, orientamento sessuale, etnia, etc).

La call per la candidatura di documentari e cortometraggi si chiuderà il 31 agosto 2020.

Come ogni anno la direzione del festival nominerà una giuria internazionale che giudicherà i film in concorso. Ne hanno già fatto parte, nelle edizioni passate, Daniele Ciprì, Wilma Labate, Gianfranco Pannone, Andrea Segre, Ilir Butka, Alessandro Di Gregorio, la direttrice artistica dello Human Rights’ Film Festival di Berlino, Anna Ramskogler-Witt, il giornalista Corrado Giustiniani.

Possono partecipare alle sezioni in competizione, film e video – preferibilmente in anteprima italiana – prodotti dopo il primo luglio 2018

Per iscrivere i film è necessario compilare la scheda d’iscrizione sul sito www.myartfilmfestival.com e inviare il film in lingua originale (sottotitolato in italiano) all’indirizzosubmit@myartifilmfestival.it con user e password, seguendo le modalità indicate nell’entry form.

More News
  • 16 Nov 2018
  • 0
Cesare Zavattini e la Bassa reggiana. La Bassa reggiana e Cesare Zavattini. Un rapporto di reciprocità ricco e complesso, che in questo film intreccia passato...
  • 16 Ago 2019
  • 0
Per il 2019 il MyART Film Festival ha avviato una processo di internazionalizzazione, stringendo una partnership con il Human Rights Film Festival di Berlino che...
  • 9 Nov 2018
  • 0
Il MyArt Film Festival ha ottenuto il patrocinio dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati. L’Unhcr ha infatti ritenuto il festival del cinema indipendente...