I premi della quarta edizione saranno dedicati a Sarah Maldoror e Shady Habash
  • 21
  • 10

Per l’edizione 2020 il MyArt Film Festival dedica il premio come miglior documentario alla regista di origini africane Sarah Maldoror e pari a 3.000 euro, conferito dal Sistema di protezione per titolari di protezione internazionale e per i minori stranieri non accompagnati (Siproimi).

Sono ammessi film documentari della durata minima di 60 minuti, su tematiche relative alla tutela dei diritti umani, con particolare attenzione ai fenomeni migratori e al rispetto delle libertà fondamentali dell’uomo (espressione, religione, genere, orientamento sessuale, etnia, etc).

Intitola inoltre il premio come miglior cortometraggio al video maker egiziano Shady Habash e pari a 1.500 euro conferito dalla Fondazione Migrantes.

Sono ammessi cortometraggi di fiction della durata massima di 30 minuti,  su tematiche relative alla tutela dei diritti umani, con particolare attenzione ai fenomeni migratori e al rispetto delle libertà fondamentali dell’uomo (espressione, religione, genere, orientamento sessuale, etnia, etc).

La deadline per iscriversi alla quarta edizione e concedersi l’opportunità di aggiudicarsi i prestigiosi premi scade il 31 ottobre 2020.

More News
  • 15 Mag 2019
  • 0
A febbraio 2019 è stato avviato il progetto “MyArt International Film Festival … for School”, promosso dall’Associazione Culturale Multietnica “La Kasbah” onlus, in collaborazione con...
  • 22 Ott 2018
  • 0
Nei discorsi di strada si sente spesso dire che le immigrazioni di stranieri in Italia di oggi sono diverse dalle emigrazioni sperimentate dagli italiani nel...
  • 16 Nov 2018
  • 0
Un uomo eritreo e una famiglia siriana in una duplice ricerca di libertà in mezzo alla crisi dei rifugiati nel Mediterraneo orientale. La tensione sale...